Logo libreria interculturale Con-fusioni

Libreria Con-fusioni

 

Centro di documentazione interculturale sull'abitare. Libreria interculturale.

 


HOME


1. Descrizione del progetto
In latino il verbo habitare aveva il significato di "tenere", in stretto legame con il verbo habere.
E, in effetti, l'abitare non può essere considerato semplicemente un risiedere, ma molto più globalmente un orientarsi nel mondo, modificandolo e mettendo in atto processi di attribuzione di senso agli eventi e ai luoghi.
L'antropologia ci insegna che l'abitare è proprio dell'uomo, è stato il suo primo gesto: un cerchio di pietre per segnare il territorio, uno spazio per dormire, uno per conservare i frutti…un lungo, ma continuo processo di presa di coscienza e di armonizzazione con il Cosmo.
Per questo motivo, parlare di "abitare" significa necessariamente chiamare in causa relazioni interpersonali e sociali, punti di vista individuali e collettivi, elementi di condivisione e di cura dei luoghi e dei modi di vivere l'ambiente.
Il nostro progetto vuole quindi partire da queste considerazioni, per far sì che le riflessioni sui diversi modi dell'abitare divengano un'occasione di scambio e mediazione culturale, per far progredire quel processo di acquisizione di coscienza, iniziato milioni di anni fa, grazie al confronto e alla condivisione delle esperienze comuni.
Le nostre città, che per secoli sono state il luogo privilegiato del pluralismo culturale, possono e devono, ora più che mai, mettere in gioco la loro "abitabilità" materiale e culturale, aprendosi a nuove culture e nuovi modi di vita, nella convinzione che far abitare casa nostra da altri possa aiutare noi stessi a riabitarla con nuova ricchezza e nuova consapevolezza. Ricerca, diffusione letteraria, incontri e dibattiti sono gli strumenti che intendiamo mettere in campo per innescare questo processo. Nella speranza di contribuire, nel nostro piccolo, a far sì che nessuno, modenese oppure no, debba più sentirsi, qui come altrove, apolide o straniero.

2. Prodotti e servizi

L'attività si articola principalmente in tre sezioni:
      • diffusione e vendita di editoria specializzata sulle tematiche dell'abitare visto in chiave
        interculturale e nei suoi molteplici aspetti (architettura, urbanistica, sociologia, antropologia, cultura materiale, spiritualità, produzione artistica); Libreria interculturale
      • organizzazione di eventi, rivolti a professionisti e/o appassionati, che tendano a dare voce a culture dell'abitare alternative, d'avanguardia o sommerse (presentazione di pubblicazioni, convegni, mostre, itinerari culturali);
      • offerta di corsi e percorsi formativi per le scuole, all'interno dei quali il ruolo di mediazione dell'abitare risulti declinato secondo le specificità dei diversi indirizzi di studio.

3. Mercato di riferimento
Le attività di Con-Fusioni si rivolgono principalmente ad alcune categorie di persone, residenti e non nel contesto urbano di Modena, le cui esigenze culturali non paiono adeguatamente "coperte" dalle offerte commerciali già attive sul territorio. Si tratta di:
  • Architetti e liberi professionisti operanti nei settori dell'edilizia, del design, della grafica, della domotica, della valorizzazione paesistica e della tutela ambientale;
  • studenti delle scuole medie superiori con indirizzi prossimi alle tematiche dell'abitare (istituti per geometri, licei artistici ecc.);
  • studenti universitari delle Facoltà aperte da alcuni anni in ambito modenese (Scienze della cultura, Lingue e culture europee, Scienze dei beni culturali, Scienze della comunicazione);
  • conoscitori, appassionati, curiosi delle diverse culture e delle tematiche dell'abitare.

Libreria di documentazione interculturale:
Modena Bologna Torino Genova Milano Venezia Firenze Ancona Perugia Roma Napoli Cagliari Bari